Di e con Aurelia Cipollini

Sabato 23 Febbraio 2019 ore 21.30

Di e con Aurelia Cipollini
Musiche a cura di: Massimo Donno – voce e chitarra / Francesco Pellizzari – percussioni
Voce off Diego Rivera : Tomàs Acosta

“È lecito inventare dei verbi nuovi?
Voglio regalartene uno: io ti cielo,
così che le mie ali possano distendersi smisuratamente
per amarti senza confini.”
(Frida Kahlo)

Uno spettacolo che ripercorre la vita di Frida Kahlo sullo sfondo del Messico rivoluzionario.
Scatti di un’esistenza tormentata, passionale, violenta; di una donna folle, dolcissima e innamorata della vita.

  • frida1
  • frida2
  • frida3
  • frida4

“…È l’uomo un animale di solitudini,
cervo con una freccia nel fianco
che fugge e perde sangue.
Ah, ma l’odio, la sua fissità insonne
dalle pupille di vetro; il suo modo d’essere
che al tempo stesso è riposo e minaccia.
Il cervo va a bere e nell’acqua appare
il riflesso di una tigre.
Beve il cervo l’acqua e l’immagine. Diventa
—prima che lo divorino— (complice, affascinato)
uguale al suo nemico.
Diamo la vita solo a quel che odiamo.” (Destino – R. Castellanos)

Frida ha dato la vita a quel che amava. Nulla ha risparmiato, tutta si è data. Questa consapevolezza ha fatto nascere in me una domanda: per cosa sto dando la mia vita?
Vivo con i miei coetanei le difficoltà del mondo lavorativo, l’insensatezza, le ingiustizie. Barcolliamo in uno spazio privo di linee guida, ci aggrappiamo al primo che passa e che racconta la sua verità, ci violentiamo nella “speranza che un giorno…”; intanto mangiano sulle nostre teste. In tutto questo caos, cosa possiamo fare? Scegliere.
Domandarci ogni giorno: per cosa, a chi sto dando la mia vita? Frida continua a suggerirmi la risposta. Lo spettacolo ruota attorno all’amore che Frida ha avuto per la sua terra, per la pittura, per Diego, per la vita, per l’amore stesso. I linguaggi per raccontarla spaziano dal teatro alla musica: il testo è fatto di racconti, lettere del suo diario, la voce di Diego Rivera che dona sfumature diverse alla figura conosciuta della pittrice.
Ed infine, la musica. Brani della tradizione messicana accuratamente scelti per arricchire ed impreziosire il racconto, lasciati alla sapiente interpretazione dal vivo di Massimo Donno alla voce e chitarra e Francesco Pellizzari alle percussioni.

 

Spettacolo facente parte dell’iniziativa “AperiTeatro”.

Scopri gli eventi che fanno parte di questa promozione!
Scarica volantino eventi

Facebooktwitter