in concerto

Sabato 30 Marzo 2019 ore 21.30

Gallo-696x714-244x250

 

Danilo Gallo: Basso, Bass VI
Francesco Bearzatti: Sax tenore, Clarinetto
Francesco Bigoni: Sax tenore, clarinetto
Jim Black: batteria

Danilo Gallo, bassista eclettico, trasversale, creativo, rischiatutto, sempre pronto e curioso verso nuove avventure, forma questo quartetto che vede il fuoriclasse batterista Jim Black, uno dei piu’ grandi artefici del “downtown newyorkese”, gli italiani, ma residenti all’estero, Francesco Bearzatti (Francia), amico di mille peripezie col Tinissima 4et, e l’amico Francesco Bigoni (Danimarca), co-avventuriero del collettivo El Gallo Rojo, entrambi al sax tenore e clarinetto – quindi un frontline praticamente “doppiata” nelle voci .

Basso elettrico, bassVI, due sax tenori, due clarinetti una batteria. Un titolo enigmatico, e titoli dei brani in scaletta tanto inquietanti quanto attraenti (concepiti dall’artista, poetessa, performer Kathya West), una musica dallo stesso Danilo Gallo definita “malinco-punk-retrorock-grunge-melodica” e che per trovare le parole adatte a descriverla in una recensione si può solo ascoltarla dall’inizio alla fine in questo modo: una prima volta in cuffia ad occhi chiusi, una seconda volta imponendosi un ascolto tecnico per tentare di decodificarne l’essenza e la struttura, una terza volta di nuovo in cuffia e ad occhi chiusi godendone la disinvolta, onirica, strutturata eppure libera complessità. Senza etichettarla se non come “Musica di Danilo Gallo”.

Con questo gruppo Danilo Gallo da’ suono alla sua anima piu’ recondita, malinco-punk-retrorock-grunge-melodica, dandole la possibilita’ di lubrificarsi attraverso la musica, usando il linguaggio universale del jazz, rispettato e poi strizzato dai componenti del gruppo, permettendo alle lacrime di quell’anima, oscure e asciutte, di fluire.

Il quartetto presenta in anteprima il secondo lavoro discografico appena registrato all’Auditorium del Parco della Musica di Roma, e che vedrà luce a breve per l’omonima etichetta.
Discografia:”Thinking Beats Where Mind Dies” / Parco della Musica Records / 2016
il disco è tra i top 10 del Top Jazz di Musica Jazz 2016.

 

Spettacolo facente parte dell’iniziativa “AperiTeatro”.

Scopri gli eventi che fanno parte di questa promozione!
Scarica volantino eventi

Facebooktwitter